Prodotto

Pannello isolante naturale

Nobilium® Thermalpanel

Pannello isolante naturale in basso spessore Nobilium® Thermalpanel con spessore di 9mm. Soluzione isolante in basso spessore per le ristrutturazioni. costituito da una fibra lunga di puro basalto lavorata in sottili veli cuciti assieme con un unico filo di fibra di basalto, naturale, incombustibile e traspirante.Senza uso della tassellatura meccanica per la posa, idoneo sia per applicazioni all’esterno ed all’interno degli edifici e/o a pavimento, tetto, soffitto.

Settori di utilizzo

Negli ultimi anni l’isolamento termico degli edifici ha acquisito sempre più importanza per contenere i costi di riscaldamento e raffrescamento degli ambienti interni. Esso può essere operato in due modalità: applicazione del cappotto esterno (tecnicamente consigliata quando possibile) oppure isolamento dall’interno (quando impossibilitati ad eseguire un cappotto esterno.

Gli effetti di tali applicazioni sono l’abbattimento della spesa energetica, l’isolamento acustico e l’ottimizzazione delle condizioni ambientali, risolvendo il problema di formazione delle muffe sulle mura perimetrali confinanti con l’ambiente esterno. Permettendo, inoltre, anche ad edifici storici di integrare tale soluzione naturale senza modificarne l’estetica in maniera impattante, ma integrandosi perfettamente ad essa.

Tale soluzione tecnica permette ad una parete in pietra con spessore di 50 cm (con conducibilità termica della parete in pietra di 2,3 W/mK) e con soli 9 mm diNobilium® Thermalpanel, di ridurre le dispersioni termiche attraverso di essa di circa il 40%.

Edifici Storici e/o Vincolati

Finalmente oggi esiste un prodotto isolante che si sposa con le necessità richieste in caso di interventi su edifici storici e/o vincolati. Si integra ad essi in maniera naturale e non invasiva. Le particolarità del prodotto (in puro basalto) Nobilium® Thermalpanel, permettono ad esso di diventare tutt’uno con la muratura esistente, integrandosi ad essa e proteggendola dal degrado. Riducendone anche le dispersioni termiche senza modificarne l’equilibrio igrometrico.

Tali applicazioni hanno un ciclo di posa reversibile, se appositamente studiato assieme al produttore dei sistemi collanti/rasanti, il pannello di basalto Nobilium®T hermalpanel potrà essere posato utilizzando gli stessi materiali che si utilizzano per il restauro.

Il pannello in veli di puro basalto Nobilium® Thermalpanel, diventa un corpo unico con i prodotti utilizzati per rasatura ed incollaggio. Grazie alla elevata coesione meccanica delle fibre lunghe utilizzate, presenta valori di resistenza allo strappo 3-5 volte superiori a quelli ottenibili dai classici pannelli in lana di roccia. Questi ultimi, essendo costituiti da fibre corte coese tra loro unicamente con resine, cedono allo strappo con forze nettamente inferiori, dal momento che si ha una separazione tra la rasatura ed il pannello.

Mentre la rasatura sul pannello Nobilium® Thermalpanel è talmente tenace e compatibile con esso che non avviene mai una separazione tra la rasatura ed il pannello, ma si ha la rottura del pannello all’interno del suo spessore. Il basalto di cui è composto il pannello Nobilium® Thermalpanel si comporta come un nuovo inerteinserito tra i due cicli di collante/rasante e quindi viene, da essi, perfettamente inglobato.

Utilizzi per Bonus 110%

Per le applicazioni con bonus 110% il prodotto Nobilium® Thermalpanel viene utilizzato per la riduzione dei ponti termici, anche nelle spallette finestre e/o aperture verso esterno in abbinamento al classico cappotto esterno, in quanto l’esiguo spazio richiesto per la posa ne permette una facile e veloce integrazione con i serramenti esistenti.

Il pannello potrà essere utilizzato anche in piena facciata esterna per quelle costruzioni che, per Legge, possono andare in deroga ai requisiti minimi di trasmittanza termica richiesti per le riqualificazioni energetiche. Il pannello Nobilium® Thermalpanel è marcato CE, rispetta i requisiti CAM ed è stato valutato e certificato in ogni suo valore unicamente dallaboratorio fondato da ENEA e CNR di Faenza (CERTIMAC).